Gli ingredienti dell’Abbondanza – L’Amore

Gli ingredienti dell’Abbondanza – L’Amore

Se vuoi vera abbondanza, inizia a permetterti di riceverla!

Come? Aprendo il tuo cuore.

L’ingrediente segreto (che in fondo segreto non è!) è l’AMORE.
Si, perché l’Abbondanza fluisce quando apriamo la porta all’amore.

Non è l’amore per una persona, non è l’amore che un’altra persona ci dà; niente di tutto questo: è L’AMOR PROPRIO, ovvero concederci di amare noi stessi mettendoci in condizione di ricevere successivamente amore anche dagli altri.

Non è sano egoismo perché l’egoismo non è MAI sano. Si chiama Amor Proprio, l’ho già detto.
Quando togli dalla tua mente l’idea che esista un sano egoismo e inizi a chiamarlo amor proprio, allora puoi amare gli altri ed avere molto amore da offrire loro.

E’ questo che bisogna iniziare a fare se veramente vogliamo che l’Abbondanza fluisca nella nostra vita.

Togliere rinuncia e sacrificio dalla nostra definizione di amore e INIZIARE AD AMARCI perché nessuno può portare abbondanza dall’esterno se non siamo i primi a farlo nei nostri confronti.
Troppo spesso ci hanno insegnato che per amare gli altri sia necessario sacrificarsi.
Troppo spesso abbiamo creduto che farci carico degli altri sia amarli davvero.
Ancora più spesso abbiamo imparato che per avere cuore ed empatia sia essenziale rinunciare a noi stessi.

E’ molto importante iniziare a considerare che amare se stessi non ha nulla a che vedere con il dimenticarsi degli altri o con l’essere egoisti ed egocentrici.
Amare noi stessi significa riconoscere in ogni momento quando concediamo a qualcuno di oltrepassare i nostri confini, significa essere perfettamente consapevoli di quando trovare un compromesso si trasforma in uno snaturarci del tutto.
Perfino saper dire NO può essere amore.
Amare noi stessi, in definitiva, significa trovare il sano equilibrio fra dare e ricevere amore sotto ogni forma e permetterci così di vivere in un continuo fluire di amore e pienezza.

⇒ AMA TUTTI E DIFFONDI IL TUO AMORE, MA FALLO SENZA MAI DIMENTICARE TE STESSO! ⇐

E con questo messaggio ti auguro una Immensa Abbondanza!

Amore e luce a te.

Marco Fincato

 

 

 

 

Verità o bugia?

Verità o bugia?

Non mi sento di attribuire alla menzogna una accezione sempre legata a comportamenti patologici, sebbene spesso questa per molti sia una strategia talmente abituale da potersi considerare al limite della patologia.

Può nascondere, proteggere, creare, alleggerire, essere usata per scopi buoni o cattivi…la menzogna è sempre esistita e per tante persone è ormai una modalità ovvia e scontata; il rischio è che abusandone, a mio avviso, si possa inizare a percepire (e creare) una realtà molto soggettiva, in cui appare normale modificare, omettere, distorcere gli avvenimenti a proprio uso e consumo fino a rischiare di non riconoscere più la differenza fra il reale e l’immaginario.

A me non sembra una strategia vincente e trovo molto più proficue sincerità e trasparenza anche se spesso portano ad assumersi la responsabilità delle proprie scelte, a sfidare le proprie paure e le proprie convinzioni.

Si, perché mostrarsi per quello che si è, con le proprie debolezze, difetti e paure, è la via per accettarsi, amarsi e per vivere nella pienezza e nell’amore che meritiamo.
Sicuramente meglio che mentire, soprattutto a se stessi. <3

Marco Fincato

Per colpa di chi?

Quante volte ti sei sentito in colpa per aver disatteso una aspettativa?
Un dovere, una richiesta, un lavoro non portato a termine, una promessa, un comportamento..qualsiasi sia la causa, la risposta più abituale è stata il senso di colpa.
Spesso associato a rabbia, frustrazione, senso di inadeguatezza, fallimento o delusione, il senso di colpa ha sempre lo stesso effetto: punirsi più o meno consapevolmente per quanto accaduto.

Indipendentemente dalla sua origine, il senso di colpa ci impedisce di vivere appieno l’esperienza presente perché mantiene il nostro focus sul passato, su quanto accaduto anziché proiettarci nella soluzione.

Nasce dall’abitudine mentale di giudicare tutto e tutti. Nasce dalla doppia esigenza di trovare una causa e di cercare una assoluzione attraverso una pena.
Il guaio è che la punizione la diamo a noi stessi!

La prima conseguenza è che l’oggetto della colpa resta assolutamente invariato perché nel nostro crogiolarci nella colpa, restiamo essenzialmente immobili.
La seconda conseguenza è che la nostra autostima scende ogni volta più in basso perché ci mette nella doppia condizione di colpevoli ma anche di vittime del nostro implacabile giudizio.
La buona notizia è che abbiamo il potere di scardinare questa malsana e infruttuosa abitudine!

1) Trasforma nella tua mente il concetto di colpa con quello di corresponsabilità: il fluire degli avvenimenti non dipende tutto da te. Per quanto ti credi onnipotente, ogni anima sceglie il suo percorso al di là del tuo intervento e molto probabilmente le cose sarebbero andate esattamente nello stesso modo!

2) Insegna alla tua mente che ogni anima fa del suo meglio nel momento in cui si trova: qualsiasi cosa tu presumi di aver commesso, hai fatto quel che potevi in quel dato frangente, e anche gli altri coinvolti hanno fatto lo stesso! Con i ‘se’ e con i ‘ma’, non si va da nessuna parte e se è andata così, significa che ci rimboccheremo le maniche anziché piangerci addosso.

3) Abituati alla differenza fra ASSOLUZIONE e PERDONO: sono due concetti molto diversi tra loro. Il perdono (per te stesso o altri), è espressione di AMORE PURO. Significa comprendere che te stesso e ognuno di noi è degno di voltar pagina e di ricevere amore, anche se le nostre strade non si incroceranno più.

Ricorda: le cose vanno avanti attraverso l’AZIONE, non attraverso la COMMISERAZIONE.
Alzati e mostra la tua luce anziché ripetere all’infinito le stesse dinamiche per poi sentirti in colpa e lasciare tutto com’è.
SE CI TIENI DAVVERO, finché sei qui, puoi compiere un’azione che bilanci quella pesante e inutile vibrazione di colpa.
Non è mai troppo tardi per amarsi e per amare. Mai.

Amore e luce

– Marco Fincato –

Dovere o Piacere?

Spesso mi sento stanco già a metà giornata e in alcuni casi addirittura non avrei voglia di alzarmi dal letto se penso a quello che mi aspetta quel giorno!
E’ una condizione che mi appesantisce ogni volta che devo occuparmi di qualcosa di cui farei tranquillamente a meno.

Conosciamo tutti questa sensazione di peso e non sempre è facile alleggerirla perché, diciamoci la verità, le giornate sono piene di doveri!!
D’altro canto ce lo insegnano fin da bambini: prima il dovere e poi il piacere.

Mi sono chiesto più volte come alleggerire la pressione derivante dai doveri prima di arrivare al punto di voler scappare in un’isola deserta.. ed ho capito una cosa molto importante: l’energia di un “DEVO” è molto, molto diversa da quella di uno “SCELGO”.

Se DEVO fare qualcosa, non ho scelta ma sono obbligato a comportarmi di conseguenza; e questo è fortemente condizionante, limitante già alla base. La soluzione, quindi non è legata al mandare tutto a quel paese ed eliminare qualsiasi dovere ma trasformare l’obbligo in una scelta.

1) Per fare questo è importante comprendere come mai sei obbligato a fare quella data cosa e farti la domanda fondamentale: PERCHE’ DEVO FARLA?
2) Dopo esserti risposto, fai a te stesso una nuova domanda: PERCHE’ HO SCELTO DI FARLA?
Sembra banale ma è importantissimo ricordare a te stesso che quello che adesso è un obbligo, è nato da una precisa scelta!
3) SPOSTA IL FOCUS SULL’OBIETTIVO E SUL PERCHE’ VUOI FARE QUELLA DATA COSA: può metterti in condizione di trasformare all’istante il Dovere in una Scelta e di ritrovare addirittura l’entusiasmo e la voglia di farla perché hai di nuovo chiaro l’obiettivo e il suo fine ultimo.
LA BUONA NOTIZIA è che anche solo seguendo questi tre passaggi avrai alleggerito molto il peso dei doveri che ti vincolano e al tempo stesso, avrai maggior consapevolezza dei tuoi obiettivi e delle tue priorità, mettendoti in condizione, eventualmente, di aggiustare il tiro e portare la tua vita nella direzione che desideri!
Ti auguro di non dimenticare mai dove stai andando e che finché sei qui, sei sempre in tempo per arrivarci se segui la tua magnifica luce <3

Amore e Luce a te.

– Marco Fincato –

https://www.liberodivolare.com/sedute.html

(Per ritrovare la tua luce <3)

Sei meraviglioso ma lo dimentichi spesso!

Sei meraviglioso ma lo dimentichi spesso!

“Ciò che entra nella nostra vita è quello che ha avuto il nostro permesso di farlo.”

Un’affermazione forte, a volte difficile da accettare perché nessuno di noi ha consapevolmente deciso di aprire la porta a cirostanze spesso lontane da gioia e abbondanza!
Nessuno, a parte rari casi, decide conspevolmente di soffrire o di vivere situazioni così difficili da affrontare! E allora perché continuano ad arrivare nella nostra vita così frequentemente?

Uno dei principali motivi è che senza accorgercene lasciamo che le nostre emozioni siano spesso legate a paure, risentimenti, giudizi della mente, sensi di colpa..e la lista potrebbe durare a lungo!
Questo genere di sensazioni e di ‘vibrazioni’ ci impediscono troppo spesso di riconoscere la nostra luce, di accogliere la nostra essenza e diffondere amore.
Un altro motivo è che siamo abituati a cercare la causa di ogni male all’esterno, negli altri, nel colpevole di turno: così facendo in realtà continuiamo involontariamente a focalizzarci sul problema anziché sulla sua soluzione, appesantendo ulteriormente la nostra energia e nutrendo la situazione difficile dandole ulteriore forza.
La buona notizia è che DECIDERE DI STAR BENE E’ UNA NOSTRA SCELTA e possiamo evitare di farla dipendere dal benestare di altri!

Ci sono tecniche molto semplici ed efficaci (mi vengono in mente VirtualMind e ThetaHealing o semplici meditazioni guidate come ‘Sei Meravigioso‘ per esempio) per agire sul nostro spazio energetico e rinforzare molto la nostra luce.

Ma intanto, pur non avendo ancora imparato VirtualMind o ThetaHealing, voglio mostrarti alcuni semplici passi alla portata di tutti, attraverso cui si può fare molto per migliorare la tua realtà ed aprire finalmente la porta a una vita più felice!
Non conta quanto la mente lo ritenga difficile e non conta quanto tempo ci voglia; quello che mi sembra più importante è che NE VALE LA PENA.

1) Riporta il focus sul presente e dedica qualche minuto al giorno a te stesso per chiudere gli occhi e rilassare la mente, per osservare le cose da un punto di vista più elevato e più consapevole.
2) Insegna a te stesso che anche i mille impegni quotidiani possono essere vissuti con coinvolgimento ma senza arrivare a farsi travolgere fino a dimenticarsi di sé.
3) Insegna a te stesso che la LEGGEREZZA non ha nulla a che vedere con la superficialità.
4) Insegna a te stesso che le sfide della giornata non sono necessariamente problemi ma possono trasformarsi in OCCASIONI.
5) Insegna a te stesso che la GIOIA non può venire aggiunta dall’esterno ma va riscoperta dentro.
6) Insegna a te stesso che PIENEZZA e FELICITA’ dipendono da quanto sei disposto ad amare te stesso e ogni attimo di questa meravigliosa vita.
7) Insegna alla tua mente e ripetilo ogni mattina davanti allo specchio che sei un essere meraviglioso, nato dall’amore, nell’amore e MANIFESTAZIONE FISICA DELL’AMORE, quell’amore che è un tuo diritto di nascita.

Rilasciando rancori, rabbia, paure e rimpianti apriremo la porta ad una realtà diversa: una realtà in cui l’esterno non è fatto di cose da cui difenderci o che cercano di schiacciarci; una realtà in cui interno ed esterno non esistono nemmeno.
Una realtà fatta di amore, esattamente lo stesso amore di cui sei fatto tu!

Amore e Luce a te.

– Marco Fincato –

Marco Fincato – www.liberodivolare.com

Sei molto di più di ciò che fai!

Sei molto di più di ciò che fai!

La vita di ognuno di noi è talmente piena che sempre più spesso sembra un susseguirsi di impegni e scadenze.

Siamo genitori, figli, amici, compagni, impiegati, insegnanti, avvocati, musicisti, poliziotti, cuochi, confidenti, ricchi, poveri…una infinita lista di ruoli, di caratteristiche, di diverse condizioni che ci assorbono al punto che ci identifichiamo totalmente in essi!

Se ti chiedessi chi sei, molto probabilmente inizieresti ad elencarmi proprio la tua lista di ruoli. E non ci sarebbe nulla di male a dire il vero.

Il problema nasce nel momento in cui permettiamo alla nostra mente di giudicare il nostro valore in base a come svolgiamo quei ruoli.

Un genitore perfetto, un figlio modello, un insegnante capace, un tecnico risoluto… Abbiamo sempre in mente l’immagine perfetta alla quale tendere e quando capita che ci discostiamo da quell’idea di perfezione socialmente prestabilita, iniziano ad affiorare frustrazione e sensazioni di presunta inadeguatezza.

Questo accade quando dimentichiamo che la nostra essenza è molto, molto di più. Accade quando non ci accorgiamo di essere perfetti anche quando commettiamo un errore.
Sei un essere meraviglioso ed è ora che insegni alla tua mente a smettere di giudicare te stesso sulla base dei risultati nei ruoli che ricopri!
Insegna alla tua mente che ognuno di noi fa del suo meglio nel momento in cui si trova e che pienezza e soddisfazione non dipendono da quanto ti avvicini a idee precostituite di perfezione!
La tua perfezione risiede nella tua unicità, nel tuo unico e speciale modo di pensare ed agire. La tua perfezione è proprio nel tuo essere come sei!!!
Quando inizierai ad accettarti ed amarti per come sei, la tua splendida luce si espanderà in ogni tuo ruolo, in ogni ambito della tua esistenza e le persone che ti circondano la rifletteranno di conseguenza!
Non è mai troppo tardi per iniziare a volare, ma siamo noi a dover fare quel salto, siamo noi ad avere il dovere di amarci per ciò che siamo, al di là di quanto siamo o meno aderenti ad immagini irraggiungibili di perfezione.
SEI AMORE. SEI PERFETTO.

Iniza a crederci, manca solo questo.

Amore e luce a te ❤️

– Marco Fincato –

La strada giusta è la tua

La strada giusta è la tua

Quante volte ti sembra di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato?

E quante volte ti senti nel posto giusto al momento giusto?

Che sensazione provi se ti dico che sei sempre nel posto giusto al momento giusto?

Un’affermazione forte che necessita di una spiegazione: ogni istante della nostra vita è caratterizzato da un’esperienza che stiamo vivendo. Ogni istante della nostra esistenza siamo immersi in qualcosa che accade intorno a noi e che lascia il segno dentro di noi; grande, piccolo, importante o insignificante che sia, ogni secondo vissuto è un’esperienza che ci tocca in qualche modo.

Il punto è: in che modo preferisci rapportarti a questa esperienza? Aspettare che passi? Farti travolgere? Controllarla? Comprenderne il senso? Pensare alle conseguenze? Non fare nulla?

Sono solo una minima parte delle possibili scelte. Ce n’è però una che può essere più funzionale di altre, soprattutto se hai deciso che E’ ORA DI ESSERE FELICE: comprendere che il caso non esiste e ogni istante della tua vita è unico e irripetibile e porta con sé una possibilità inestimabile di consapevolezza e, quindi, di potenziale felicità.

Voglio dire che per migliorare la tua vita per portarla verso un’abbondanza e una pienezza mai provate, è arrivato il momento di prendere una decisione fonadmentale: PASSARE DA SPETTATORE A PROTAGONISTA, DA VITTIMA A CREATORE.

Come si fa?

Smascherando le resistenze che la mente mette in atto per mantenere tutto in quella IMMOBILITA’ CHE VIENE CONFUSA CON STABILITA’.

1) In ogni momento, permettiti di vivere il “qui ed ora” e considera che sei sempre nel posto giusto ed è sempre il momento giusto per sentire se la situazione di quel momento TI FA STARE BENE o TI FA STARE MALE.

2) In ogni momento, permettiti di vivere il “qui ed ora” e SMETTI DI PENSARE AL PASSATO perché non ti serve a nulla rimpiangere ciò che era o ciò che non è stato. Non ti serve a nulla giudicarti per ciò che eri o che non sei stato. PENSA PIUTTOSTO A CIO’ CHE SEI, A CHI VUOI ESSERE E A COSA E’ IMPORTANTE PER TE.

3) In ogni momento, permettiti di vivere il “qui ed ora” e SMETTI DI PENSARE AL FUTURO perché non ti serve a nulla PREoccuparti di qualcosa che ancora non è accaduto. Non ti serve a nulla creare aspettative, ansie o pensieri. PENSA PIUTTOSTO A CIO’ CHE SEI, A CHI VUOI ESSERE E A COSA E’ IMPORTANTE PER TE.

4) In ogni momento, permettiti di vivere il “qui ed ora” e SMETTI DI LAMENTARTI DI CIO’ CHE NON VA  perché non ti serve a nulla se non ad abbassare le tue vibrazioni e ad offuscare la tua splendida luce. PENSA PIUTTOSTO A CIO’ CHE SEI, A CHI VUOI ESSERE E A COSA E’ IMPORTANTE PER TE.

5) In ogni momento, permettiti di vivere il “qui ed ora” e TROVA MOTIVI PER RINGRAZIARE, basta un sorriso, un abbraccio, un caffè offerto, una qualsiasi delle molte cose che finora hai dato per scontate.

QUELLA IN CUI SEI, E’ LA STRADA PERFETTA PER RENDERTI CONTO CHE SEI UN ESSERE MERAVIGLIOSO e CHE LA LUCE SI RICONOSCE MOLTO MEGLIO QUANDO C’E’ BUIO INTORNO.

Testa alta. Guardati. Complimentati con te stesso per tutti i tuoi pregi, per la fatica che hai fatto per essere chi sei, per le prove che hai superato. SBARAZZATI DEL GIUDIZIO ALTRUI, MA SOPRATTUTTO DEL TUO: NON TI SERVONO CONFERME PER RICONOSCERE LA TUA GRANDEZZA. NON ASPETTARE DALL’ESTERNO I RICONOSCIMENTI CHE SOLO TU PUOI DARTI.

FALLO E BASTA. QUESTO E’ IL PRIMO PASSO DELLA TUA ABBONDANZA.

Amore e luce a te.

Marco Fincato

 

 

 

 

https://www.liberodivolare.com/calendario.html

Basta vittime. Ama Forte.

Basta vittime. Ama Forte.

Ci sono giorni in cui nonostante il sole fuori, sembra che non voglia smettere di piovere dentro. E ci sono giorni in cui piove anche fuori e sembra davvero difficile scorgere un po’ di luce.
E’ una condizione che tutti abbiamo sperimentato almeno una volta.

Per far tornare il sole, molto spesso si ricorre a una strategia abbastanza collaudata: la difesa ad oltranza!
Chiudere le porte del cuore per difenderci non è l’unica reazione possibile alle sofferenze ma è quella che abbiamo adottato per secoli.

Ma siamo siamo sicuri che sia la soluzione migliore? Osservando la nostra vita, queste barriere e questi muri ci hanno inizialmente schermato da ulteriori sofferenze ma hanno anche indebolito alla base la nostra capacità di amare e di ricevere amore e, di fatto, alla lunga ci hanno schermato anche dalla sua splendida luce.
Si dice anche che sofferenze e ferite ci facciano crescere e ci rendano più resistenti: siamo apparentemente più forti grazie alle ferite, ma in realtà siamo solo più ‘chiusi’ e più vulnerabili di quanto non sembri.

LA BUONA NOTIZIA è che non esiste ferita che non possa guarire, perché la ferita è il risultato e non la causa.

E’ arrivato il momento di scegliere un altro modo di reagire alle sofferenze e alle ferite: concentrarci sul loro perché, sul loro significato anziché sul presunto colpevole.

AMA FORTE. L’AMORE NON È SOFFERENZA.

Questo è il primo passo da fare se davvero si vuol risolvere qualcosa ed è il primo barlume di consapevolezza che ci permette di agire e voltar pagina prima che una ferita si trasformi in indelebile piaga.

Cogliere il significato profondo delle nostre emozioni prima che ci travolgano completamente è la chiave per rialzare la testa e smettere di dare energia e forza agli eventi esterni e ai tanti presunti ‘cattivi’ di turno.

E’ ora di decidere se permettere all’amore di nutrire la nostra vita e renderci più grandi e forti attraverso la sua meravigliosa energia <3

E’ un profondo cambio di prospettiva da vittima a protagonista e questo si può fare partendo dalla voglia di scoprire qualcosa in più su noi stessi.. e ricorda: OGNUNO DI NOI MERITA AMORE IN OGNI SUA FORMA e per riceverlo il modo più diretto è abbandonare la abituale condizione di vittima per trasformarci in attivi artefici della nostra realtà cominciando ad amare noi stessi e gli altri pur nelle imperfezioni che ci caratterizzano e ci rendono meravigliosi e unici!

“L’Amore è il mio dono al mondo. Mi riempio d’Amore, e mando questo Amore nel mondo.
Come gli altri mi trattano è il loro percorso.
Come reagisco è il mio.”
Dr. Wayne Dyer

Amore e luce.

– Marco Fincato –

Firma

 

 

https://www.liberodivolare.com/virtualmind.html

 

cuore-con-il-filo-spinatobis2

Uscire dalla vibrazione della paura

Abbiamo un potenziale meraviglioso che ci fa tendere alla realizzazione e alla pienezza ma ci sono degli ostacoli che spesso rendono complicato il nostro allineamento al fluire dell’abbondanza.
Una delle resistenze più forti è la PAURA.
Non parlo delle paure istintive che ti salvano la vita quando sei in pericolo ma di quelle irrazionali che spuntano fuori quando meno te l’aspetti.

La paura è la vibrazione più bassa che esista e, se incontrollata, ci pietrifica vanificando ogni nostra iniziativa.
La paura il più delle volte si nasconde dietro valide motivazioni e reazioni che apparentemente nulla hanno a che vedere con la paura stessa: perfezionismo, procrastinazione, controllo, giudizio (per elencarne alcune).
Modalità che giustificano e rendono l’unica scelta sensata l’abbandono di un progetto, il ridimensionamento di un’impresa…che alla fine è fondamentalmente la rinuncia a un sogno.

Naturalmente, invece di arrenderci, possiamo anche combattere la situazione causata dalla pura con volontà, perseveranza e determinazione: questo può portare al raggiungimento di risultati MA disperde enormi quantità di energia e, soprattutto, non apporta modifiche al sistema comportamentale che riproporrà costantemente le solite modalità di perfezionismo, procrastinazione, controllo, giudizio (…).

LA BUONA NOTIZIA è che esiste, però, una via alternativa alla rinuncia o alla lotta: la CONSAPEVOLEZZA.
E’ questa che permette di risolvere le cause della paura per ottenere risultati eccellenti riportandoci nel nostro pieno potenziale.

1) Un primo passo in questa direzione è SMASCHERARE le paure: riconoscerle, elencarle su un foglio, portarle allo scoperto!
Questo offre la possibilità di RIDIMENSIONARLE donando alla nostra mente una VALIDA ALTERNATIVA alle vecchie, abituali reazioni bloccanti.

2) Permetti alla tua mente di considerare l’opportunità che ogni reazione è soggettiva e che esistono persone che reagiscono in maniera completamente diversa.

3) Pensa a te stesso nella nuova veste che decidi di avere, libero dalla paura.
Chiudi gli occhi e dipingiti come se quella paura non fosse mai esistita, vestiti come vorresti, poniti al centro della scena in cui HAI GIA’ RAGGIUNTO quel traguardo di successo e PERMETTI ALLE EMOZIONI POSITIVE di pervadere il tuo essere. (Se usi VirtualMind®, sai di cosa parlo!)

4) Immagina e ricorda i passaggi che ti hanno portato a quel momento (nel 3° punto) e TRASFORMALI IN OBIETTIVI QUOTIDIANI, concreti, realizzabili e VERIFICABILI.

5) Smetti di guardare esclusivamente la cima della montagna che stai scalando e ogni tanto goditi il paesaggio dal punto in cui ti trovi, considerando il fatto che tempo fa eri ancora più in basso di oggi!!

Ricordati che LA MENTE PUO’ CREARE TUTTO CIO’ CHE RIESCE AD IMMAGINARE, e non ciò che non immagina nemmeno.

Amore e luce a te.

– Marco Fincato –

 

 

 

 

 

Vola alto: lo meriti.

Per essere davvero libero di volare non basta solo volerlo: bisogna crederci, bisogna agire!

Ma da dove si comincia?

Io ho deciso di rompere la gabbia delle mie convinzioni, dei miei condizionamenti culturali, dei limiti che ho chiamato certezze, delle credenze che il mio subconscio ha sempre considerato verità inviolabili!

Non conta quanto la mente lo ritenga difficile e non conta quanto tempo ci voglia: quello che mi sembra più importante è che NE VALE LA PENA.

1) Riporta il focus al momento presente e dedica qualche minuto ogni giorno a te stesso per fare un po’ di silenzio con l’obiettivo di rilassare la mente e per imparare osservare le cose da un punto di vista più elevato e più consapevole.
2) Insegna a te stesso che anche i mille impegni quotidiani possono essere vissuti con coinvolgimento ma senza arrivare a farsi travolgere.
3) Insegna a te stesso che la LEGGEREZZA non ha nulla a che vedere con la superficialità.
4) Insegna a te stesso che le sfide della giornata non sono necessariamente problemi ma possono trasformarsi in OCCASIONI.
5) Insegna a te stesso che la GIOIA non può venire aggiunta dall’esterno ma va riscoperta dentro.
6) Insegna a te stesso che PIENEZZA e FELICITA’ dipendono da quanto sei disposto ad amare te stesso e ogni attimo di questa meravigliosa vita.

7) RISCOPRI CHI SEI e insegna alla tua mente che sei un essere meraviglioso, nato dall’amore, nell’amore e che SEI MANIFESTAZIONE FISICA DELL’AMORE, quell’amore che è un tuo diritto di nascita.

Amore e Luce a te.

– Marco Fincato –

Firma

donna palloncini2

www.liberodivolare.com/virtualmind.html